Lo statuto e i regolamenti

STATUTO ADEI WIZO | Associazione Donne Ebree d’Italia

Statuto ADEI-WIZO approvato in data 7 Novembre 2010

Versione PDF scaricabile cliccando qui      scarica qui il REGOLAMENTO DELLE SEZIONI TERRITORIALI 

scarica REGOLAMENTO ELETTORALE

STATUTO, COSTITUZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO SOCIALE

1) E'costituita la “ASSOCIAZIONE DONNE EBREE D’ITALIA – Federazione Italiana della WIZO (Women’s International Zionist Organization” (d’ora in avanti: “ADEI-WIZO”), con sede in Milano, via delle Tuberose 14, che ha durata a tempo indeterminato, come associazione di promozione sociale ai sensi della legge 7 dicembre 2000, n. 383, e delle norme del codice civile in materia di associazioni.

2) L’ADEI-WIZO non ha finalità di lucro e si propone di:
a) svolgere attività di promozione sociale in Italia ed in Israele anche sostenendo le istituzioni della WIZO;
b) diffondere i valori dell’ebraismo e del sionismo;
c) svolgere attività culturale in Italia con particolare riferimento alla cultura ed alla tradizione ebraica;
d) svolgere opera di promozione della donna;
e) svolgere attività di utilità sociale nei confronti delle Associate e di terzi nel pieno rispetto della libertà e dignità delle Associate.
2-1 E' esclusa qualsiasi finalità politica, sindacale, professionale o di categoria, ovvero di tutela degli interessi economici delle Associate.  L’ADEI-WIZO perseguirà le sue finalità istituzionali svolgendo ogni attività utile al perseguimento dei suoi fini anche mediante l’organizzazione di seminari e convegni, concorsi letterari ed incontri culturali, nonché il conferimento di borse di studio e la partecipazione ad altre associazioni ed enti i cui fini siano correlati ai propri scopi statutari.

ASSOCIATE
3) Possono far parte dell’ADEI-WIZO le donne ebree che condividono le finalità del presente statuto.
3-1 L’iscrizione implica la piena condivisione ed integrale accettazione del presente Statuto.
3-2 Le Associate sono tenute al versamento di una quota associativa annuale nella misura fissata dal Consiglio Nazionale, alla partecipazione alla vita associativa, nonché al rispetto dello Statuto, dei Regolamenti e delle deliberazioni prese dagli Organi dell’ADEI-WIZO.
3-3 Le quote e i contributi associativi sono intrasmissibili e non sono rivalutabili né potranno essere ripetuti dalle Associate allorquando cessano di fare parte dell’ADEI-WIZO.
4) Ai fini dell'adesione all’ADEI-WIZO, qualsiasi donna ebrea che ne abbia interesse può fare domanda di ammissione.
4-1 All’atto dell’ammissione le Associate hanno diritto a ricevere la tessera sociale.
4-2 Il Consiglio Nazionale, motivandone le ragioni, provvede all’esclusione dell’Associata
a) che abbia dimostrato di non condividere gli scopi del presente Statuto,
b) in caso di mancato pagamento della quota sociale per tre anni consecutivi
c)quando in qualunque modo arrechi danni morali o materiali all’Associazione.
4-3 Avverso il provvedimento di esclusione è ammesso il ricorso, entro 30 giorni dal ricevimento della notifica di esclusione, all’Assemblea Generale delle Associate. In assenza di ricorso entro i termini previsti il provvedimento diventa definitivo.
5) L'ordinamento interno dell’ADEI-WIZO è ispirato a criteri di democraticità ed uguaglianza dei diritti di tutte le Associate. Le cariche associative sono elettive e tutte le Associate possono esservi nominate.
6) L’ADEI-WIZO per il perseguimento dei propri fini istituzionali si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma libera e gratuita dalle Associate e da qualsiasi altra persona che intenda sostenere l’Associazione.
6-1 In caso di particolare necessità, l’Associazione può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestatori di lavoro autonomo o professionale, anche ricorrendo alle proprie Associate.

 

SEZIONI TERRITORIALI DELL’ADEI-WIZO

7) Nelle Città ove esistono nuclei ebraici può essere costituita una SEZIONE dell’ADEI-WIZO qualora a costituirla siano almeno cinque donne ebree.

7-1 Nell’ambito di ogni SEZIONE dovrà essere costituito, se possibile, un gruppo di socie giovani denominato AVIV. Ogni gruppo AVIV designerà una sua rappresentante comune e potrà proporre ed avviare iniziative ed attività proprie.

7-2 Per il funzionamento delle sezioni l’ADEI-WIZO adotta  un regolamento interno nel rispetto del presente Statuto ed approvato dal Consiglio Nazionale .

7-3 Ogni Sezione nomina al suo interno una Presidente di Sezione ed un Comitato Direttivo. Il Regolamento delle Sezioni provvederà a definire le funzioni della Presidente e del comitato Direttivo nonché le loro responsabilità. Ogni sezione tiene un registro aggiornato delle iscritte.

ORGANI DELL’ADEI-WIZO
8) Gli Organi dell’ADEI-WIZO sono:
a) Assemblea Generale delle Associate;
b) Consiglio Nazionale
c)Presidente;
d) Tesoriera
e) Collegio dei Revisori

ASSEMBLEA GENERALE DELLE ASSOCIATE
9) L'Assemblea Generale delle Associate è l’organo sovrano dell’Associazione.
9-1 L’Assemblea Generale è composta dalle delegate elette in ogni singola sezione territoriale nella misura di una delegata ogni cinquanta Associate e frazioni di cinquanta.
9-2 Possono altresì partecipare all’Assemblea Generale , senza diritto di voto, tutte le Associate in regola con il versamento delle quote associative.
9-3 Ogni delegata che abbia diritto di intervenire all’Assemblea Generale può farsi rappresentare da un’altra Associata per delega scritta, ma a condizione che la rappresentante non sia membro degli altri Organi associativi. La delega è valida per ogni singola Assemblea Generale. Non si può ricevere più di una delega.
9-4 L’Assemblea Generale delle Associate è convocata in sede ordinaria dalla Presidente Nazionale almeno una volta l’anno.
9-5 Può essere convocata in sede straordinaria per deliberare sulle modifiche dello Statuto o per lo scioglimento dell’ADEI-WIZO o quando a richiederne la convocazione sia un terzo delle Associate oppure la metà più uno dei membri del Consiglio Nazionale .
9-6 L’avviso di convocazione deve avvenire mediante avviso scritto o tramite posta elettronica ad ogni singola Associata almeno trenta giorni prima della data fissata per l’adunanza e deve contenere l’ordine del giorno delle materie da trattare
9-7 L’Assemblea Generale in sede ordinaria è validamente costituita quando è presente, in proprio o per delega, almeno un terzo delle Associate delegate in prima convocazione.
9-8 L’Assemblea Generale in sede straordinaria è validamente costituita quando sono presenti, in proprio o per delega, almeno i due terzi delle Associate delegate.
9-9 Le delibere dell’Assemblea Generale in sede ordinaria sono assunte con il voto favorevole della metà più uno delle Associate delegate presenti, in proprio o per delega, all’adunanza.
9-10 Le delibere dell’Assemblea Generale in sede straordinaria sono assunte con il voto favorevole dei due terzi delle Associate delegate presenti, in proprio o per delega, all’adunanza.
9-11 L’Assemblea Generale è presieduta dalla Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, da una Vice Presidente.
9-12 Spetta alla Presidente con l’assistenza della Segretaria regolare costituzione dell’Assemblea Generale e la validità dei voti espressi dalle Associate delegate in proprio o per delega.
9-13 Le deliberazioni dell’Assemblea Generale sono trascritte in un apposito Libro delle Deliberazioni a cura della Presidente e della Segretaria.
9-14 L’Assemblea Generale in sede ordinaria:
a) Elegge: la Presidente; i Membri del Consiglio Nazionale; il Collegio dei Revisori composto da tre Membri
b) Approva il bilancio di esercizio , la relazione dei revisori dei conti e la relazione del Consiglio Nazionale ;
c) Elegge il direttore del giornale “Il Portavoce”
d) Determina i vari dipartimenti di attività dell’Associazione e nomina la responsabile della sezione giovanile denominata AVIV
e) Delibera sulla previsione e sulla programmazione economica dell’anno sociale successivo;
f) indica le linee programmatiche e di indirizzo delle attività dell’ADEI WIZO;
g) nomina al suo insediamento, su proposta della Presidente, la Segretaria dell’Assemblea.
h) decide dei ricorsi presentati avverso il provvedimento di esclusione.
9-15 L’Assemblea Generale in sede straordinaria delibera:
a) le modifiche del presente Statuto;
b) lo scioglimento dell’Associazione.

CONSIGLIO NAZIONALE
10) L’associazione è amministrata da un Consiglio Nazionale eletto dall’Assemblea Generale in sede ordinaria ed è composto da un minimo di 11 ad un massimo di 15 membri.
10-1 Il Consiglio Nazionale dura in carica tre anni ed i suoi Membri sono rieleggibili. Il Consiglio nazionale resta comunque in carica fino alla elezione di quello successivo.
10-2 Il Consiglio Nazionale si riunisce almeno tre volte l’anno presso la sede o altrove ed è convocato dalla Presidente o, quando ne faccia richiesta, da almeno un terzo delle Consigliere.
10-3 L’avviso di convocazione con l’indicazione delle materie da trattare e l’allegazione di eventuali documenti deve essere inviato almeno quindici giorni prima della data fissata per la riunione a mezzo di lettera raccomandata o per
posta elettronica.
10-4 Il Consiglio Nazionale è validamente costituito ed atto a deliberare con la presenza della maggioranza delle Consigliere in carica.
10-5 Il Consiglio Nazionale :
a)nomina al suo interno un massimo di due Vice Presidenti, la Tesoriera , la Segretaria del Consiglio e le responsabili dei vari dipartimenti
b) designa le rappresentanti dell’ ADEI-WIZO presso associazioni ed enti nazionali ed internazionali;
c) nomina le responsabili di eventuali commissioni di lavoro, costituite anche da Associate non facenti parte del Consiglio;
d) approva la Relazione annuale della Presidente sulle attività svolte nell’anno sociale;
e) predispone il progetto di bilancio di esercizio;
f) approva il Regolamento delle Sezioni;
g) tenuto conto delle indicazioni programmatiche espresse dall’Assemblea Generale, predispone il programma annuale delle attività;
h) ratifica le determinazioni assunte in caso di urgenza dalla Presidente;
10-6 Possono partecipare al Consiglio Nazionale in qualità di osservatrici senza diritto di voto tutte le Presidenti delle sezioni territoriali e l’ultima past-President Nazionale.
10-7 Le delibere del Consiglio Nazionale sono trascritte, a cura della Presidente e della Segretaria, in un Libro delle Delibere del Consiglio Nazionale .
10-8 In caso di morte o dimissioni di una Consigliera prima della scadenza del mandato, il Consiglio provvederà alla sua sostituzione con il primo dei non eletti. Qualora, per qualsiasi motivo, venga a mancare la maggioranza delle Consigliere , l’intero Consiglio si intenderà decaduto e dovrà essere rinnovato.

PRESIDENTE NAZIONALE, TESORIERA, COLLEGIO DEI REVISORI
11) La Presidente Nazionale ha la rappresentanza legale dell’ADEI-WIZO.
11-1 In caso di assenza o di impedimento della Presidente la rappresentanza vicaria spetta alla Vice Presidente più anziana.
11-2 La Presidente
a) Presiede il Consiglio Nazionale
b) esegue le deliberazioni del Consiglio Nazionale
c)coordina funzionamento.
d) tiene i contatti con le singole Sezioni, con la WIZO e con le Istituzioni nazionali ed internazionali.
11-3 Nei casi di necessità ed urgenza la Presidente può assumere le decisioni rilevanti per il conseguimento delle finalità istituzionali, spettando comunque alla competenza esclusiva del Consiglio Nazionale le attribuzioni di cui alle lett. a), c),
d) , e) , f) ed h) del precedente art. 10 del presente Statuto.
11-4 Per qualsiasi motivo venga a mancare la Presidente il Consiglio Nazionale elegge nel proprio seno una nuova
successiva Assemblea generale. Quest’ultima elegge la Presidente che resta in carica fino alla scadenza del Consiglio Nazionale in carica
11-5 La Presidente ed il Collegio dei Revisori sono nominati per un triennio e restano in carica fino alle elezioni dei loro successori. La Presidente Nazionale non può rimanere in carica per più di tre mandati consecutivi.
12) La Tesoriera tiene la contabilità dell’ADEI-WIZO e ne amministra il patrimonio secondo le direttive ed indicazioni espresse dal Consiglio Nazionale .
13) Il Collegio dei Revisori vigila sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed esercita il controllo contabile.
Predispone la relazione al rendiconto economico finanziario.
14) Tutte le cariche sociali, con esclusione di quella di Membro del Collegio dei Revisori, sono gratuite salvo il rimborso delle spese documentate se sostenute per l’adempimento delle funzioni esercitate.

RENDICONTO ECONOMICO FINANZIARIO
15) Il Consiglio Nazionale predispone il progetto di bilancio di esercizio e la relazione sulla gestione da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea Generale.
15- 1 L’esercizio dura dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno solare.
15-2 E' vietata la distribuzione anche indiretta di proventi, utili o avanzi di gestione. Gli eventuali utili o avanzi di gestione dovranno essere reinvestiti ed impiegati a favore delle attività istituzionali previste dal presente Statuto.
15- 3 Il progetto di bilancio e la relazione devono essere depositati presso la sede dell’ADEI WIZO almeno trenta
dell’Assemblea generale ed inviati a tutte le Presidenti di Sezione.

RISORSE ECONOMICHE E PATRIMONIO DELL’ASSOCIAZIONE
16) Le risorse economiche e il patrimonio dell’ADEI-WIZO, utilizzabili unicamente per l’esercizio delle sue attività statutarie, sono costituiti da:
a) quote e contributi delle Associate e da erogazioni liberali delle Associate e di terzi;
b) eredità, donazioni, lasciti testamentari e legati;
c) contributi dello Stato, delle Regioni, di Enti Locali, contributi di Enti o Istituzioni pubblici nazionali ed internazionali, anche finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell'ambito dei fini statutari;
d) entrate derivanti da prestazioni di servizi convenzionati, ovvero entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al funzionamento dell’ADEI- WIZO, quali feste, manifestazioni e sottoscrizioni anche a premi;
e) proventi dalla cessione di beni e delle prestazioni di servizi rese alle Associate e a terzi anche nell’ambito di attività economiche di natura commerciale e artigianale svolte in maniera ausiliaria e sussidiaria e comunque finalizzata al
raggiungimento degli obbiettivi istituzionali
f) altre entrate compatibili con le finalità sociali.

RESPONSABILITA’ PATRIMONIALE
17) L’ADEI-WIZO risponde, con i propri beni, dei danni causati a terzi per qualsivoglia titolo o ragione. L’ADEI-WIZO, previa delibera del Consiglio Nazionale, può assicurarsi per i danni derivanti da responsabilità contrattuale ed extracontrattuale della stessa ADEI-WIZO.

SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE
18) Ai sensi di quanto disposto dalla lett. l) dell’art. 3 legge 7 dicembre 2000, n. 383 nei casi di cessazione, estinzione e scioglimento dell'ADEI- WIZO, l'Assemblea Generale provvede alla nomina di uno o più 'liquidatori, anche non
Associate, determinandone gli eventuali compensi. Il patrimonio residuo sarà devoluto alla WIZO che lo utilizzerà a fini di utilità sociale , oppure ad altra Associazione di Promozione sociale a carattere ebraico e in ogni caso a fini d’utilità sociale, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

DISPOSIZIONI FINALI
19) Per quanto non espressamente previsto nel presente Statuto si fa riferimento alla l. 7 dicembre 2000, n. 383. , alle norme del codice civile e alla normativa vigente in materia.
20) Per qualsiasi controversia in ordine all’interpretazione ed esecuzione del presente Statuto, che dovesse insorgere tra una o più Associate e l’ADEI WIZO, la lite sarà deferita ad un Collegio arbitrale che giudicherà irritualmente e secondo
equità. Il Collegio sarà composto da tre Arbitri dei quali due designati da ciascuna delle Parti ed il terzo, con funzione di presidente dai due arbitri nominati dalle Parti. In caso di disaccordo, il terzo arbitro sarà nominato dal Presidente dell’UCEI. La sede dell’Arbitrato sarà quella ove ha residenza il Presidente del Collegio.

Contatti

Via Tuberose, 14

20146 Milano

C.F. 80173910151

P.IVA 07710870960

Tel. +39 02 29004381

Email: adeiwizo@adeiwizo.org

Scrivici per saperne di più